Come ogni materia prima che entra in azienda, anche l’energia deve essere controllata, ma la complessità delle bollette rende difficoltoso il controllo della correttezza degli importi dovuti.

Una fattura di fornitura di energia elettrica può arrivare ad essere costituita da più di 50 diverse componenti, tra le quali oltre agli oneri di vendita pattuiti nel contratto con il fornitore, sono presenti corrispettivi stabiliti dalle Autorità, i cui importi unitari variano con frequenza mensile ed in base alle caratteristiche dell'allacciamento.

Inoltre le fluttuazioni del mercato ed alcuni meccanismi di aggiornamento delle offerte rendono il prezzo finale dell'energia meno conveniente di quanto sembrava al momento della firma.

 

 

 

Come leggere la fattura per le forniture di energia elettrica

Vediamo brevemente come è composta una fattura di fornitura di energia elettrica, per facilitare le successive operazioni di controllo.

Troverete ben in evidenza i dati relativi al cliente, al punto di fornitura e alla fattura.

Gli elementi da tenere in evidenza sono:

  • Codice POD : codice di 14 cifre che identifica il contatore (ad esempio IT000E12345678);

  •  Indirizzo di consegna: è l'indirizzo del luogo dove è ubicato il contatore;

  • Periodo di fornitura: indica il periodo a cui si riferiscono i consumi riportati in fattura;

  • Tensione di alimentazione: Bassa Tensione (BT), Media Tensione (MT), Alta Tensione (AT) e Altissima tensione (AAT);

  • Potenza disponibile: rappresenta il limite di potenza erogabile dall'interfaccia ri rete;

  • Opzione di trasporto: dipende dalla tensione di alimentazione e dalla potenza disponibile.

Deve poi essere riportato il riepilogo dei dati di consumo:

Qui troverete il consumo mensile di energia attiva totale e suddiviso per fasce F1, F2, F3. Nel mercato libero sono “comunemente” usate 3 metodi di suddivisione per fasce:

  1. “Suddivisione” monoraria;

  2. Suddivisione fasce ‘picco’ e ‘fuori picco’:

  • ore di picco: dalle 8:00 alle 20:00 dal lunedì al venerdì;

  • ore fuori picco: rimanenti e giorni festivi. 

Lunedi Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica
0 FUORI PICCO
1
2
3
4
5
6
7
8 PICCO
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23


  1. Suddivisione fasce F1, F2, F3 (definite dall’AEEG):

  • F1: dalle 8:00 alle 19:00 dal lunedì al venerdì;

  • F2: dalle 7:00 alle 8:00 e dalle 19:00 alle 23:00 dal lunedì al venerdì, dalle 7:00 alle 23:00 il sabato;

  • F3: rimanenti e giorni festivi.

Lunedi Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica
0 F3
1
2
3
4
5
6
7
8 F1
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19 F2
20
21
22
23


Troverete poi l'elenco delle componenti che vanno a formare il prezzo finale dell'energia.

Il livello di dettaglio varia molto da fornitore a fornitore, ma dovranno comunque essere esplicitate le voci relative ai SERVIZI DI VENDITA e ai SERVIZI DI RETE

I SERVIZI DI VENDITA

costo di generazione (rappresenta il “vero” costo dell'energia, a questa voce troverete il prezzo che avete contrattato con il fornitore)

perdite di rete (Durante la fase di trasporto e di distribuzione dell’energia elettrica si verificano delle dispersioni (effetto Joule, ecc...). Tali perdite sono pari al 10,4% per le utenze in bassa tensione e pari al 4,7% per le utenze in media tensione. Vengono tariffate allo stesso prezzo dell’energia effettivamente consumata. Qualche volta, anche se raramente, sono comprese nei costi di generazione.)

oneri di dispacciamento (Sono definiti da Terna Spa e comunicati al fornitore “mensilmente” anche con valore retroattivo, generando spesso conguagli).
 

I SERVIZI DI RETE

Oneri di trasporto (Servono a coprire i costi sostenuti dalle imprese di distribuzione. Tutti gli importi sono definiti dall’AEEG e generalmente sono determinati anno per anno. Sono composti da una quota fissa, da una quota potenza (proporzionale al picco di potenza assorbito) e da una quota energia (proporzionale all'energia assorbita nel periodo di fatturazione). Tutti questi importi sono differenziati a seconda della “opzione di trasporto” (taglia) in cui rientra il punto di prelievo.

Penali energia reattiva (L’ energia reattiva deve sempre essere inferiore al 50% (cosphi pari a 0,894) dell’energia attiva, altrimenti sono previste penali, la cui entità è stabilita dall’AEEG e pubblicata sul sito internet dell'AEEG.)

Parti A e UC (I prezzi relativi alle componenti tariffarie A e UC sono fissati dall'AEEG, aggiornati periodicamente sulla base delle esigenze di gettito e pubblicati sul sito internet dell'AEEG. Le Parti A e UC sono suddivise in parti fisse (con tariffe mensili o annuali) e parti variabili (calcolate in proporzione all’energia prelevata).

Accise (L’ Accisa è destinata allo Stato ed applicata ai prelievi di energia attiva).

Per poter verificare efficacemente se una fattura è corretta, è necessario conoscere:

  1. Dati di consumo del contatore;

  2. Caratteristiche dell'allacciamento (opzione di trasporto);

  3. Aggiornamenti tariffari delle componenti passanti (trasporto, AeUC, ecc...);

  4. Aggiornamenti del prezzo dell'energia.

     

L'attività di controllo deve essere continuativa, al fine di individuare tutti gli eventuali problemi o errori che, se non rilevati prontamente, potrebbero comportare il pagamento di somme non dovute o, nel caso di problemi protratti nel tempo, di dover pagare conguagli per importi molto rilevanti.

 

NUOVO Decreto Energivori (D.M. 21 dicembre 2017)
NUOVO Decreto Energivori (D.M. 21 dicembre 2017)

Cambiano le soglie per accedere alle agevolazioni per le aziende con forte consumo di energia elettrica. Dal 1° gennaio 2018, il...

Leggi tutto...

D.LGS. 102/14: NUOVI ADEMPIMENTI DI LEGGE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA
D.LGS. 102/14: NUOVI ADEMPIMENTI DI LEGGE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

Il Decreto Legislativo 102 del 4 luglio 2014, in attuazione della Direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, ha introdotto...

Leggi tutto...

PREZZO UNICO NAZIONALE (PUN)

 

FASCIA PREZZO  (€/MWh)
Media mese 102,66
Media picco 111,31
Media fuori picco 97,90
Media F1 110,47
Media F2 108,36
Media F3 93,12
FASCIA PREZZO  (€/MWh)
Media mese 84,80
Media picco 90,80
Media fuori picco 81,32
Media F1 90,78
Media F2 91,84
Media F3 76,75

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’ utilizzo dei cookies.

I understand